Il suono della Resistenza. Un monumento alle Donne Partigiane

di Matteo Monetapubblicato il 28 Aprile 2021

Per la Festa della Liberazione 2021, il 23 aprile scorso, Milano ha celebrato le donne partigiane con l'inaugurazione di un monumento sonoro nella piazza a loro dedicata, nel quartiere Barona.
E' intitolato "Fischia il vento", come la celebre canzone dei combattenti, ed è il progetto vincitore del concorso "Partigiane 2.0", promosso dall'Associazione Chiamale Storie con la collaborazione dell'Ordine degli Architetti, P.P.C. di Milano. A sceglierlo, una giuria internazionale composta, tra gli altri, dall'architetto Daniel Libeskind, dal critico d'arte Francesco Bonami, e dagli artisti Liliana Moro ed Enrico David.

https://memomi.it/costume-e-societa/il-suono-della-resistenza-un-monumento-alle-donne-partigiane
La città del "Caffé" e degli altri salotti letterari, ma anche la capitale dell'editoria e la metropoli immortalata dagli scrittori: Milano vive nelle pagine di alcune delle migliori penne italiane e internazionali.
Gli spazi nei quali sono conservate le meraviglie della città, la sua storia dai momenti più gloriosi a quelli più bui e dolorosi. MemoMi propone una passeggiata virtuale tra i capolavori in museo e i musei da capolavoro...
Una serie di documentari tratti dall’archivio di Medialogo, uno dei più consistenti patrimoni visivi di enti locali italiani. Vi sono depositate oltre 3.500 opere riguardanti la storia e la cultura del territorio milanese.
Luoghi affascinanti e nascosti nel centro di Milano. Le case-museo sono tutte accomunate dalla generosità dei loro proprietari, che, attraverso il collezionismo, hanno fatto delle loro stesse dimore opere d’arte.
Il palcoscenico a 360 gradi: dai volti di chi si è lasciato consacrare dalle scene, a quelli che hanno sempre lavorato dietro le quinte. Il teatro fatto di passione e di lavori, di luoghi e di capolavori, di storie lunghe tutta una vita...
La storia di una città che ha fatto la Storia. Ripercorriamo gli eventi più celebri e quelli meno noti che hanno segnato la comunità milanese e, molto spesso, quella dell'Italia intera.