Franco Fortini. Dopo domenica è sempre lunedì

pubblicato il 15 Giugno 2019

Parlare oggi di Franco Fortini non è facile, soprattutto ai più giovani. Nato nel 1917 a Firenze, Fortini è uno degli intellettuali di spicco del secolo scorso che ha intrecciato la sua critica militante allo spirito dei tempi. Socialista fino al 1957, la sua scrittura sviscera i meccanismi del potere, della politica e delle istituzioni. Milano è la sua città d'adozione: qui vive fino alla morte, avvenuta nel 1994. Attraverso le voci di chi lo ha conosciuto, e non solo, emerge il ritratto di una figura controversa ma indispensabile, che a quasi venticinque anni dalla morte riesce a far sentire ancora la sua mancanza.

https://memomi.it/cultura-e-spettacolo/franco-fortini-dopo-domenica-e-sempre-lunedi
Gli istituti storici della città e i giornali che fecero la contestazione, le figure di docenti eminenti e la guerra che piombò fin sui banchi: storie di scuole e di studenti nella Milano dell'educazione.
La Milano della grandi fabbriche che si trasforma e lascia il passo alla Milano della creatività. Una passeggiata per scoprire una città in continua trasformazione...
Duemila anni di storia del cristianesimo hanno lasciato segni significativi a Milano. Un viaggio alla scoperta delle chiese che costellano la città, dagli edifici sacri più famosi a veri e propri gioielli nascosti...
Apparentemente lontana dalla grande produzione cinematografica dei decenni d'oro, Milano è la città in cui sono cresciuti grandi talenti e che celebri registi hanno scelto per raccontare le loro storie...
Le storie, i luoghi e i percorsi delle personalità che, attraverso i secoli, hanno fatto di Milano uno dei centri artistici più importanti nona livello nazionale.
Le biblioteche: luogo di conoscenza e sapere, ma soprattutto custodi di saperi. Milano vanta alcune delle biblioteche più antiche d'Italia, come la Braidense, ma dispone anche di raccolte specializzate ed uniche.